La supervisione è uno strumento clinico che permette di riflettere sui pensiei presenti in ogni azione terapeutica; consente, oltre alla riflessione, anche di prevenire fenomeni di burnout del terapeuta.

Non è una psicoterapia di gruppo, ma un percorso in cui si prende coscienza di alcuni aspetti relazionali durante i percorsi terapeutici e/o con l’organizzazione e l’équipe all’interno della quale si lavora.

Solitamente il supervisore è uno specialista esterno con diversi anni di esperienza clinica.